Archive for aprile, 2008

Plafoniera T5 8 X 54w

aprile 21st, 2008 | Category: Fai da te

Vi presento la mia plafoniera con tecnologia a neon T5, che attualmente sto usando sulla mia vasca, realizzata completamente da me, a parte la lavorazione dell’alluminio eseguita da una ditta del settore, dal progetto disegnato in CAD inventror professional al completo assemblaggio ed collegamento elettrico

Per iniziare ho acquistato tutto il materiale necessario

  • 4 ballast T5 della Osram esattamente modello QT-FQ 2X54/230-240CW
  • 16 portalampada T5 da pannello
  • 8 riflettori modello ati powermodule (prezzo esagerato)
  • 2 ventole da 12v 6X6 con le gliglie di protezione
  • 1 trasformatore 220v-12v
  • 2 sostegni plafoniera regolabili
  • lastra plexiglass per protezione neon
  • 5 neon ati aquablu special 54w
  • 2 neon ati blu 54w
  • 1 neon ati procolor 54w
  • cavo elettrico

I portalampada sono fissati con dei rivetti ad un supporto interno svilabile lateralmente, sempre in alluminio, assieme hai ballast ed al’alimetatore da 12v per le ventole i in modo da semplificare il cambio dei neon.

I riflettori invece sono fissati con le loro clip a corredo hai neon, ma sto pensando di modificare questa cosa e di fissarli direttamente al supporto interno.

Per salvaguardare i neon e soprattutto la corrosione dei riflettori dal’acqua e dal sale, ho utilizzato una lastra in plexiglass trasparente con spessore 4mm

Le accensioni e lo spegnimento dei neon avvengono in 3 gruppi (2 + 2 + 4) per cercare di simulare il piu possibile l’alba ed il tramonto, purtroppo non ho usato ballast dimmerabili per il loro elevato costo

Alla prima accensione con neon nuovi dell’ati ho misurato con un luxometro a circa 30/35 cm dalla protezione ed ho misurato 31.000 lux

Questa plafoniera la sto utilizzando sulla vasca ormai da 1 anno e vedo che fa molto bene il suo lavoro con nulla da invidiare alle marche piu conosciute.

 

22 comments

Descrizione della mia vasca

aprile 11th, 2008 | Category: La mia vasca

Introduzione:


Ho iniziato questo magnifico hobby per caso nel 2004 non sapendo niente di acquariologia, acquistando una vasca da 70 litri lordi completa di tutto in un centro commerciale dove facevano una promozione (non l’avessi mai fatto) vasca e attrezzatura erano di una qualit√† pessima infatti dopo 2 mesi ho venduto tutto ed ho acquistato la mia prima vasca seria, una askoll 100 con tutta la sua attrezzatura per allestire un tropicale dolce, questa volta l’impresa and√≤ a buon fine e realizzai un bell’acquario grazie anche al forum di aquaportal di cui ero venuto a conoscenza per caso navigando in internet proprio in quel periodo. Nell’ottobre del 2005 guardando le vasche marine sia sul forum che dal mio negoziate ho deciso di fare il cambio da dolce a marino acquistando una vasca nuova fatta su misura e vendendo la mia dolce ad un mio collega di lavoro cos√¨ che anche lui partisse in quel momento facilmente (con una vasca gi√† avviata da me). La vasca marina √® partita subito bene acquistando gi√† dall’inizio la giusta attrezzatura e seguendo anche i metodi giusti sempre con l’aiuto di tutte le persone del forum con i loro buoni consigli, √® grazie a loro se oggi sono riuscito a realizzare qualcosa di buono.

Descrizione vasca:

La vasca misura 120 x 50 x 55h ha uno spessore di 12 mm in float azzurrato con pozzetto a doppia aspirazione posizionato nel’angolo sinistro, lo scarico √® da 40 con silenziatore durso e mandata 25 tutto in pvc. Supporto in tubolare in ferro poi verniciato e ricoperto con pannelli in legno laminato il tutto realizzato da me. Sotto al supporto alloggia la sump di dimensioni 60 x 40 con a fianco la vasca di rabbocco dell’acqua evaporata sempre in vetro anche queste due sono opera mia.

Filtraggio:

Utilizzo il sistema berlinese con ottimi risultati sin dall’inizio della maturazione con 60 kg di roccia viva mista fra fiji, heliopora blu e Scleractinia che garantiscono un ottimo filtraggio per l’intero sistema, in sump √® posizionato lo schiumatoio LGS600/150 dove √® stato sostituita la pompa di schiumazione hydor l45 con una aquabee 2000-1 migliorando di molto per quel che riguarda il rumore della girante come da modifica della casa costrittrice il tutto viene alimentato da una seconda pompa di carico con portata regolata sui 500 l/h circa.

Foto della Parte tecnica

Reintegro calcio:

Sempre all’interno della sump ho sistemato il reattore di calcio sempre della LGacquari un LG700 caricato con corallina jumbo della korallen zucht, alimentato da una derivazione a T sulla tubazione di mandata acqua in vasca,il ph all’interno √® di 6.4/6.5 regolato da un phmetro della hanna instruments esattamente il modelllo BL 931700

Movimento in vasca

Il movimento √® affidato completamente a 2 pompe elettroniche tunze 6000 + una 6100 controllate dal suo multicontroller 7095 in modalita pulse, costate un bel po’ ma sono molto efficaci e affidabili. La pompa utilizzata per il ricircolo dell’acqua tra sump e vasca e una heim 1060 anche quasta molto silenziosa e affidabilissima. Per mantere ossigenazione alla vasca in caso di mancata corrente ho installato un ups della Apc da 1000va il quale mi alimenta la pompa di risalita ed 1 pompa tunze con il multicontroller

Illuminazione:

In questo campo ci sono state ben 4 variazioni dall’inizio ad oggi, ero partito con una plafoniera commerciale arcadia 2 X 150w + 2 attiniche T8 da 30w, poi sono passato al fai da te con una plafo con riflettore unico pfo da 36″ con 2 lampade ad attacco e40 da 250w con 2 attiniche t5 da 39w, poi un altra sempre da 2×250 ma con riflettori separati tipo megalux v con neon t5 da 54w, ed infine sono passato alla completa tecnologia T5 con una plafo sempre autocostruita da 8 X 54w con riflettori della ati e neon sempre della stessa casa 4 aquabluspezial + 2 blue plus, nelle foto ho appena cambiato i neon usando 5 aquablu spezial, 2 blu plus ed 1 pro color.

Alimentazione:

Alimento i pesci 1 volta al giorno con diversi mangimi alternandoli, utilizzo SuperHI-Food granulato, premium marino, hi-green, SV2.M2 della elos, cyclop-eeze

Per gli invertebrati utilizzo attualmente SVC della elos, H&S marine de luxe, PCV della korallen.

Manutenzione:

Cambio ogni 15 giorni circa 25 litri d’acqua preparata con sale preis, tropic marin reef pro, crystal sea bioassy formula che alterno mensilmente. L’acqua osmotica viene prodotta con un impianto della ruwal aquapro 50s con filtro post osmosi per silicati/nitrati caricato con resine deionizzanti a viraggio di colore. Uso carbone attivo in una calza libero in sump che cambio ogni mese. La pulizia dello schiumatoio e delle pompe la eseguo ogni 2 mesi.

Valori acqua:

Utilizzo maggiormente i test della salifert tranne per i PO4 che uso il fotometro o il test della rowa eseguo i test ogni 15 giorni circa

Calcio 450/480
Kh 12
No3 0/5
Mg 1300
Po4 0.01
Temp 26¬į

Pesci:

1 Zebrasoma flavescent
2 Amphiprion ocellaris
1 Centropyge loriculus
1 Gramma loreto
1 Nemateleotris magnifica
1 Paracanthurus hepatus
1 Pseudochromis fridmani
3 Dascyllus aruanus
1 Pomacentrus cyanea

Invertebrati:

La vasca è popolata maggiormente da SPS poi da alcuni LPS e molli.

Ringraziamenti:

Vorrei ringraziare tutti i partecipanti del forum perchè grazie ai loro consigli sono riuscito a realizzare questa vasca, un particolare ringraziamento lo devo a Danilo Ronchi che mi ha aiutato con i suoi consigli e che ha realizzato le splendide foto che vedete in questa pagina.

5 comments